top of page
  • Redazione TheMeltinPop

FuoriSerie. "OUTER BANKS"



di Sara Picasso


Titolo: “Outer Banks”

Genere: Dramma adolescenziale, azione, avventura, giallo

Paese: Stati Uniti d'America

Anno: 2020- in produzione

Episodi: 20

Durata: 42-61 minuti

Ideatore: Josh Pate, Jonas Pate, Shannon Burke

Cast: Madelyn Cline, Chase Stokes, Rudy Pankow, Madison Bailey, Jonathan Daviss, Austin North, Drew Starkey, Charles Esten, Adina Porter, Julia Antonelli, Carlacia Grant


Outer Banks è il titolo della serie Netflix che mescola elementi mistery a elementi tipici delle serie per adolescenti anni novanta. Le vicende dei nostri protagonisti si svolgono in un'isola della Carolina del Nord, Outer Banks. Il primo elemento che viene spiegato è la disparità sociale tra le due parti dell'isola: la prima composta dai Kook, ovvero la classe agiata, mentre la seconda, cioè i Pogues, composta dalla classe operaia.

John B, JJ e Pope sono amici da sempre e fanno parte proprio di quest'ultima classe sociale e, tra un lavoretto e l'altro, cercano il modo per divertirsi. Con loro c'è anche Kiara, una Kook, che non condivide però le idee della sua classe sociale e che quindi passa le giornate con i Pogues.


Il ritrovamento di un relitto in seguito ad un uragano da parte del gruppo di amici innesca l'inizio di una serie di avventure, alleanze, segreti e amori che faranno capire ai protagonisti che c'è molto in gioco. John B, deciso ad intraprendere quest'avventura con il gruppo, finisce con il conoscere Sarah, un'altra Kook, che riesce a sgretolare con il passare degli episodi lo stereotipo che tutti si sono fatti della classe sociale più agiata, grazie al suo animo gentile e al suo grande cuore.


Arrivando alla fine della prima stagione si capisce che non importa essere ricchi o poveri, la cosa che conta davvero è l'amicizia e l'amore va oltre alla voglia di rivalsa. Questo teen drama riesce anche a parlare in modo molto serio e delicato di argomenti importanti come la violenza psicologica e fisica, che alcuni dei protagonisti hanno dovuto affrontare da parte dei genitori o altri membri della famiglia. In particolar modo JJ, da quando era un bambino, e Sarah, nonostante le situazioni diverse. Inoltre si parla anche di dipendenze e malattie mentali, anche se non approfonditamente, soprattutto con i personaggi di Rafe, fratello maggiore di Sarah, e di Wheezie.


La colonna sonora e le inquadrature danno carattere a questa serie che, con qualche miglioramento che speriamo di vedere con l'uscita della terza stagione, potrebbe diventare tra le più viste sulla piattaforma. I protagonisti sono i classici ragazzi bellocci che servono per attirare forse un pubblico giovane, i quali all'apparenza non hanno nemmeno un difetto, ma guardando l'evolversi della serie si empatizza con loro proprio per le imperfezioni che invece manifestano nel loro carattere: c'è chi ha problemi di fiducia, chi soffre d'ansia, chi agisce in modo irrazionale, chi è confuso in amore, chi deve scegliere tra amicizia e carriera, per arrivare anche a chi soffre di dipendenze, gelosia o malattie psichiche e tutte queste caratteristiche aiutano il pubblico ad identificarsi, a provare quello che sentono loro.


Un altro elemento portante nella serie è il complicato rapporto fraterno tra Sarah, la sua sorellina e suo fratello maggiore, infatti con il progredire della narrazione ci saranno tradimenti, inseguimenti ma anche scene più violente.

Nonostante si possa dire che il protagonista principale della storia raccontata sia John B, i suoi amici, i quali costituiranno una vera e propria famiglia per lui, avranno ruoli altrettanto importanti all'interno della serie, la cui trama non evolverebbe altrimenti; questa è la storia dei Pogues, del gruppo di persone che, a prescindere da passato, conto in banca, genitori o esperienze, si ritrova insieme a combattere per la propria vita, per la verità e per l'amore.


La fine della prima stagione lascia con il fiato sospeso e con un senso di curiosità per ciò che potrebbe accadere in seguito e la stessa cosa si può dire per il finale della seconda stagione. Se c'è una cosa ben riuscita in questa serie è la presenza di indizi lasciati nelle puntate finali, utili a spingere lo spettatore a guardare il seguito. Se la prima stagione è riuscita a tenervi incollati allo schermo, è il caso di vedere anche la seconda, perché i colpi di scena sono anche di più e gli effetti speciali ancora più evidenti. Inoltre nella seconda stagione verranno introdotti nuovi personaggi, presentandoli in maniera lenta ma convincente. Uno dei più importanti è Cleo, ragazza che John B e Sarah incontrano alle Bahamas e che avrà un ruolo rilevante nella serie. Con un finale spiazzante e soprattutto aperto, l'arrivo della terza stagione, prevista per il 2023, è attesissima. “Outer Banks” insomma è una serie piacevole, che riesce a regalare un pizzico di spensieratezza.

0 commenti

Post recenti

Mostra tutti
bottom of page